A Orvinio si torna bambini!

U

n'altra bella avventura ha visto protagonisti i ragazzi del servizio civile.

Giovedì 11 Maggio abbiamo portato avanti il nostro obiettivo di sensibilizzare le nuove generazioni all’ambiente naturale. Questa volta ci siamo impegnati con i bambini delle classi quarta e quinta della scuola elementare di Toffia accogliendoli presso il rifugio San Michele di Orvinio.

I bambini accompagnati dalle due maestre sono arrivati verso le 17,00 e dopo le presentazioni sono stati subito rapiti dal bel posto e da tutte le possibilità di svago che offriva.

Con loro abbiamo subito giocato a calcio, a biliardino, abbiamo fatto brevi passeggiate vicino la struttura e poi una volta sistemate le borse nella camerata ci siamo tutti preparati per la cena. Quindi dopo una cena in compagnia e dopo aver cantato le canzoni tutti in cerchio con l'accompagnamento della chitarra ogni bambino si è preparato per passare la notte.

L'euforia era molta e, nonostante non si fossero addormentati presto, la mattina sono stati tutti mattinieri e alle 7,00 erano pronti per una nuova giornata.

.La colazione era ricca e il pranzo al sacco fornito dalla struttura abbondante, ma una volta preparati gli zaini abbiamo preferito giocare ancora un pò all’aria aperta prima di incamminarci. Quando siamo partiti abbiamo formato una lunga comitiva di 18 bambini, 2 maestre e noi 3 ragazzi tutti diretti verso il sentiero della Via dei Lupi numero 308 che porta ad Orvinio. 

Prima di iniziare il sentiero abbiamo fatto una breve spiegazione di come si affrontano le uscite in montagna e poi abbiamo mostrato loro la cartina, spiegando alcune nozioni base di cartografia ed è stato bello vedere il loro interesse. Durante il cammino abbiamo dato altre brevi spiegazioni, ci siamo fermati per piccole pause e poi tra le sfide che pone la natura accompagnate dall’entusiasmo generale siamo arrivati all’area di sosta, dove abbiamo goduto della bella vista sul paese.

Dopo la pausa pranzo il ritorno è risultato un pò più faticoso, data la stanchezza di alcuni bambini e le ore calde della giornata assolata. Nonostante ciò siamo tornati al rifugio senza fare troppe soste e una volta lì il pulmino è arrivato per riportare a casa i bambini. I saluti li hanno resi tristi vista la bella esperienza che avevano vissuto e che in qualche modo speravano non finisse,…

...ma anche per noi è stata un'avventura importante perchè ci ha permesso di vedere nella nuova generazione un particolare interesse ed entusiasmo per l'ambiente naturale e le sue bellezze.

Erica Ercoli & Francesco Battisti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.