Gli anfibi nel Parco: un mondo da conservare e proteggere

C

ompito degli operatori del Parco è anche quello di effettuare i monitoraggi delle specie animali e vegetali presenti sul territorio.

Con una certa periodicità quindi vengono controllati punti di interesse laddove possono essere trovate tracce di presenza delle specie considerate nel monitoraggio.

Oggi quindi abbiamo partecipato al monitoraggio annuale degli anfibi, accompagnando l’operatrice del parco Laura Confaloni nel controllo dei fontanili.

Questi rappresentano un importante sito di riproduzione per le popolazioni di anfibi monitorate come il tritone crestato (Triturus carnifex), la salamandrina perspicillata (Salamandrina perspicillata) e l’ ululone appenninico (Bombina pachypus), specie di importanza cruciale dal punto di vista conservazionistico.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.