Un’Oasi chiamata Parco Nazionale d’Abruzzo

I

l giorno 24/05/2017 ci siamo avventurati alla volta delle ultime tappe della Via dei Lupi all'interno della magnifica cornice del Parco Nazionale d'Abruzzo. Il percorso da noi scelto si snoda da Passo Godi posto a 1630 s.m.l. fino all'abitato di Civitella Alfedena, cuore pulsante del Parco per la presenza del museo del lupo e della lince.

Caratteristiche sono le faggete che si incontrano lungo il sentiero, che lasciano il posto a muschi, licheni e rocce una volta arrivati in quota, habitat naturale di cervi e camosci. Un incontro inaspettato è stato proprio l'avvistamento di un piccolo branco di cervi, che pascolava al limite del bosco lungo il crinale che scende verso il Lago di Barrea.

Il numero di questi animali, negli ultimi anni è cresciuto in maniera esponenziale, tale da definire Villetta Barrea ”  Il Borgo tra i Cervi “. Fiabesca è l’atmosfera che si presenta sulle rive del Lago di Barrea con salici e piante acquatiche che fanno da rifugio a diverse specie di animali selvatici circondato dalla magica possenza delle alte cime ancora parzialmente innevate dell’ Appennino Centrale.

"Migliaia di persone stanche, stressate e fin troppo “civilizzate”, stanno cominciando a capire che andare in montagna è tornare a casa e che la natura incontaminata non è un lusso ma una necessità." (John Muir)   

Fabio D’Angelo & Ilaria Fiori

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.