Esploriamo la dimensione verticale a Tagliacozzo!

D

opo una lezione teorica tenutasi la scorsa settimana, il giorno 19 ottobre, noi ragazzi del servizio civile abbiamo effettuato la prima lezione pratica di arrampicata. In mattinata ci siamo diretti a Tagliacozzo dove siamo stati accolti dagli istruttori Fabrizio e Matteo in una palestra attrezzata appositamente per l'arrampicata.

Abbiamo iniziato la giornata riscaldando gambe e braccia e abbiamo proseguito con degli esercizi mirati al controllo del baricentro, prima ad occhi aperti e poi ad occhi chiusi, rendendoci subito conto di quanto la vista sia fondamentale per l'equilibrio.

Dopo il riscaldamento abbiamo indossato le scarpette d'arrampicata e abbiamo iniziato a muovere i primi passi sulla parete, o meglio le prime mosse, perché per arrampicarsi è fondamentale coordinare gambe e braccia ed essendo molto importante anche la tecnica, gli istruttori ci hanno mostrato vari trucchetti.

L’arrampicata è uno sport che i nostri istruttori, Fabrizio e Matteo, hanno definito “completo”. Il senso di questa affermazione, che inizialmente ci appariva un po’ astratto, ha iniziato a prendere forma velocemente una volta saliti in parete. Arrampicarsi, infatti, significa mettere sé stessi alla prova sotto ogni punto di vista, fisico e mentale. Aiuta ad aumentare la fiducia in sé stessi e la determinazione. Insegna la tenacia e la resistenza, rafforza lo spirito di squadra e la cooperazione. Ed è soprattutto su questi due ultimi aspetti che abbiamo cercato di lavorare.

Diverse attività di gruppo, divertenti ma allo stesso tempo impegnative, sono state infatti realizzate nel corso della mattinata. E una delle più interessanti è stato il gioco del “pendolo”, che si basa fondamentalmente su fiducia e coordinazione: due persone, infatti, vengono legate da una stessa corda, e ad un passo verso l’alto di uno dei due corrisponde un passo verso il basso dell’altro.

In generale, la giornata a Tagliacozzo è stata formativa e anche molto divertente. Speriamo di poter presto applicare gli insegnamenti anche su una parete naturale.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.