SCU in Aree Protette e Borghi

Usciti allo scoperto

Le vie della Transumanza al Festival delle Tradizioni e delle Eccellenze

Sabato 11 dicembre presso il Casale la Mandria si è svolto il primo incontro in presenza del Festival delle Tradizioni e delle Eccellenze promosso dal  comune di Lanuvio. Il Festival prevede una serie di incontri fino alla fine del mese e si struttura in più giornate di visite guidate presso aziende agricole locali, laboratori per bambini, conferenze e dibattiti.

L’evento di sabato è stato aperto dagli interventi del sindaco di Lanuvio Luigi Galieti, dall’assessore alle politiche giovanili e del lavoro Valeria Viglietti e da Marietta Tidei, consigliera regionale e Presidente della Commissione Sviluppo Economico e Attività Produttive

Il filo conduttore della discussione è stato incentrato sulla produzione agricola locale e la sfida che questa può rappresentare per le nuove generazioni. Il dibattito, moderato dalla giornalista del Messaggero Karen Leonardi, ha visto partecipare diversi rappresentanti di associazioni, aziende agricole e presidi di istituti di scuola secondaria. Scopo del dibattito è stato quello di capire, attraverso il racconto di esperienze virtuose se quello agroalimentare locale è un campo che può essere rilanciato e può includere i più giovani.

Il Parco Regionale dei Castelli Romani, con il direttore Emanuela Angelone, ha partecipato all’evento grazie a un focus sulla pastorizia, durante il quale è stato per la prima volta presentato pubblicamente il progetto del Servizio Civile “a piedi e in bici sulle vie della transumanza”. Dopo un breve accenno sull’importanza storica e culturale della transumanza, sono stati mostrati il lavoro svolto fin ora, il percorso tracciato e le attività che verranno volte nei prossimi mesi.

A seguito del nostro intervento non sono mancati scambi di informazioni e contatti con alcuni dei presenti che hanno voluto esternare il proprio interesse verso il tema della transumanza. È stata quindi un’importante occasione per promuovere e fare nuove conoscenze che daranno un importante contributo alla realizzazione del progetto.

Matteo Gaudiello

(sede Vivaro)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.