SCU in Aree Protette e Borghi

FORMAZIONE ORIENTEERING SUBIACO

I

n provincia di Roma sorge il comune di Subiaco, dal latino sub laqueum, “sotto i laghi”, situato infatti sotto i Simbruina stagna, i tre laghi artificiali creati dallo sbarramento del corso del fiume Aniene, sulla cui riva destra l’imperatore Nerone aveva una villa.Adagiato su di un colle roccioso uno tra i borghi più belli d'Italia, ricco di storia, cultura e arte. Non a caso polo di attrazione per il turismo religioso, culturale, naturalistico ed enogastronomico. Il calore dei sublacensi vi farà sentire subito a casa. Ai piedi della rocca, tra vicoli, scalinate e scorci ci si perde incantati tra fiori, profumi e colori. Ed è stata proprio quest'ambientazione fiabesca ad ospitarci nella giornata di giovedì 19 agosto 2021 dove abbiamo potuto apprendere nozioni preliminari di orienteering. Nonostante in città il caldo in questi giorni avrebbe fatto invidia anche a Caronte, Subiaco ci ha regalato una splendida mattinata soleggiata e fresca grazie ai suoi 408 m.s.l.m.Nella giornata del 19 agosto 2021 noi volontari del servizio civile universale, ci siamo recati a Subiaco, accompagnati dagli Olp Giuseppina Lodovisi e Alessandro Giordani, abbiamo provato questa nuova esperienza dell’ orienteering presso il centro storico del paese. La giornata è iniziata con una breve introduzione dell’ attività che avremmo svolto (come viene praticato questo sport, come si legge una carta da orientamento, come interpretare la scala e altre informazioni su come si legge una carta). Finite le attività ci siamo incontrati nella sede di Subiaco e ci siamo confrontati riguardo il raggiungimento dei prossimi obiettivi.

Nella prima ci siamo spostati a piedi per recarci al punto di partenza dell’attività, una
volta arrivati ci sono state assegnate le carte sulle quali erano segnati i punti da trovare,
caratterizzati dalla ricerca di una lanterna.
Arrivati al punto assegnato ad ognuno di noi, dovevamo codificarlo sulla carta,
utilizzando la pinza attaccata sulla lanterna (questa tecnica è chiamata punzonatura
manuale).

Grazie a questa esperienza ci siamo resi conto dell’importanza e della bellezza dello
sport montano nella sua varietà e che proprio la montagna coi suoi piccoli borghi
offre moltissime attività che, oltre ad essere divertenti, ti permettono di stare più a
contatto con la natura che, visti i tempi recenti, non è una cosa così scontata. Ci sarà
un prossimo incontro per praticare nuovamente orienteering, il quale sarà all’interno
di un bosco presso Monte Livata. Questo sport può essere praticato sia all’interno di
un borgo sia in un bosco, anche se la maggior parte dei praticati di tale attività
prediligono il borgo. Uno tra i borghi più amati è quello di Cervara di Roma.

L’attività di Orientamento è stata un’esperienza unica che ci ha fatto vedere con occhi diversi

il borgo e ci ha insegnato ad orientarci con il solo uso della cartina trovando non poche difficoltà

 nel trovare le lanterne, in quanto la distanza espressa sulla carta era difficile da interpretare camminando.

La dolce accoglienza degli abitanti del centro storico di Subiaco, un calore umano 

che arricchisce assai l’esperienza vissuta.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.